Nuove regole europee per la chirurgia estetica

//Nuove regole europee per la chirurgia estetica

Nuove regole europee per la chirurgia estetica

L’ Europa ha deciso di dire basta a pubblicità ingannevoli e ad un marketing selvaggio nel modo della chirurgia estetica. Spesso si vede sui media e principalmente in internet messaggi che inducono al potenziale paziente a credere possibili alcuni cambiamenti o miglioramenti estetici magari mostrando foto “prima dopo” ritoccate al computer.

L’European Committee for standardization ha recentemente stabilito alcuni nuovi standard per cui si vieta l’uso d’immagini di modelle “photoshopate” per attirare clienti, stop alle offerte promozionali ma soprattutto alla totale mancanza di regole che dovrebbero tutelare la salute della popolazione.

L’European Committee for standardization vuole communicare che non esistono interventi chirurgici senza rischi: chirurgia è sempre chirurgia e comporta sempre rischi alla salute.

E così le operazioni di chirurgia estetica sono state classificate con delle lettere: A => rischio minimo, B => rischio moderato , C=> rischio maggiore.

Viene inoltre regolamentata l’età minima alla quale è possibile sottoporsi alla chirurgia estetica. In Italia una legge simile è stata emanata qualche anno fa per quanto riguarda la mastoplastica additiva. La stessa vieta alle minorenni di sottoporsi all’ aumento del seno.

 

Viene fortemente criticato inoltre il “turismo medico” che vede migliaia di pazienti europei recarsi a paesi “low cost” per sottoporsi ad interventi chirurgici risparmiando in media oltre il 30 / 40 %. Questo fenomeno sarà molto difficile di regolamentare perché le offerte provengono maggiormente da Paesi non della comunità europea e vengono divulgate in rete.

By | 2015-06-30T15:35:19+00:00 Giugno 30th, 2015|Uncategorized|Commenti disabilitati su Nuove regole europee per la chirurgia estetica

About the Author: