Mastopessi

/Mastopessi
Mastopessi 2018-04-24T13:31:52+00:00

Consulenza online

Autorizzo tratt. dati informativa privacy

Lifting del seno con la mastopessi

Con l’invecchiamento oppure a causa di una importante perdita di peso o di una gravidanza il seno ne risente perdendo tono e la cute tende a rilassarsi. Il seno cadente in una donna, comporta dei problemi a livello psicologico e di relazione, non riuscendo ad accettare questa trasformazione fonte di disagio. Con l’intervento di mastopessi è possibile rimodellare il seno, riportandolo al suo vigore naturale. Conosciuto anche come lifting del seno, con questa tecnica, la ptosi mammaria può essere risolta anche senza l’utilizzo di protesi mammarie tenendo in considerazione il tessuto cutaneo della paziente.

La candidata paziente alla mastopessi

Le caratteristiche per poter effettuare l’intervento di mastopessi:

  • Paziente con seno cadente
  • Paziente con seno poco sodo
  • Paziente con i capezzoli che puntano verso il basso
  • Paziente con la piega sottomammaria abbondantemente coperta

Se il seno dovesse risultare oltre che rilassato anche eccessivamente vuoto, si dovrà prendere in considerazione l’opportunità di effettuare in contemporanea una mastoplastica additiva, quindi l’inserimento di protesi mammarie. Se invece è solamente svuotato basterà eseguire un riempimento chirurgico senza il lifting.

Vedi: www.pallaoro.com/mastopessi/mastopessi.htm

L’intervento di mastopessi

La mastopessi è una tecnica chirurgica molto simile alla mastoplastica riduttiva, ma con incisioni meno evidenti. In questo intervento però non viene asportato alcun tessuto ghiandolare, ma tutto viene rimodellato e spostato con incisioni e suture interne. Viene asportata solamente l’eccesso di cute. L’intervento viene eseguito in anestesia locale e le incisioni vengono fatte lungo le linee disegnate dal chirurgo plastico nella visita pre operatoria. In seguito vengono inseriti i drenaggi.

Cicatrici dopo l’intervento di mastopessi

Le cicatrici vengono posizionate nella piega mammaria, tra la piega mammaria e l’areola e intorno all’areola e ricordano una “T rovesciata”. In genere risultano sottili, ma qualora la paziente non fosse soddisfatta e volesse migliorare l’estetica ulteriormente, è possibile trascorso un certo periodo di tempo trattarle chirurgicamente.

Durata dei risultati dell’intervento di mastopessi

La mastopessi rassoda e solleva i seni, riposizionando l’areola e il capezzolo. Il risultato dura nel tempo, ma bisogna sapere che gravidanze o eccessivi aumenti di peso possono nuovamente cambiare la forma del seno. L’invecchiamento porta ad un cedimento della pelle, è un fenomeno naturale che comunque può essere accelerato da fattori esterni come

  • eccessiva esposizione al sole (pelle meno elastica)
  • cambiamenti veloci di volume dovuti a sbalzi di peso
  • gravidanza e allattamento